Citroën La 2 Deuche Concept, una bella AMI che fa invidia

Si tratta di un veicolo urbano alimentato da un motore elettrico e da classificare nella categoria dei veicoli senza patente.

La nuova Citroën La 2 Deuche Concept è una bella AMI che fa invidia. Ammettiamolo, al giorno d’oggi sarebbe impossibile rifare una Citroën 2 CV, almeno come auto. Infatti, le norme anti-collisione e anti-inquinamento si combinerebbero per danneggiare il design fragile e leggero che ha fatto il successo che conosciamo.

Tuttavia, c’è una soluzione per far rivivere la 2CV: abbandonare l’auto e optare per un quadriciclo motorizzato, come la Citroën AMI elettrica, ad esempio, e vestirlo con linee che evocano chiaramente la venerabile Citroën 2CV. Il design retrò vende.

Citroën La 2 Deuche Concept: una 2CV senza patente

È proprio questa la strada intrapresa dallo stilista francese Jean-Louis Bui. Non lavora per il marchio con il doppio gallone, ma per l’azienda Protostyle.

Quest’ultima, con sede nella regione di Parigi, si occupa di prototipazione, realizzazione di modelli e concept car – come l’Alpine A110-50 che celebra il 50° anniversario del marchio – per case automobilistiche, soprattutto francesi. Per quanto riguarda le creazioni puramente ludiche, Jean-Louis Bui ha già al suo attivo diversi progetti, come il concept DS Revival nel 2020 o l’SM Revival presentato per il 50° anniversario del modello.

Descrive la sua 2 Deuche Concept come un’interpretazione moderna della leggendaria Citroën 2 CV. Si tratta di un veicolo urbano alimentato da un motore elettrico e da classificare nella categoria dei veicoli senza patente. A tal fine, le specifiche impongono i seguenti vincoli tecnici: lunghezza inferiore a 3 metri, larghezza massima di 1,50 m e capacità di due passeggeri, non di più. L’uso ideale previsto è quello del car sharing o del noleggio self-service.

Se fossero state progettate in questo modo, le Autolib’ parigine sarebbero probabilmente ancora in circolazione… In ogni caso, il suo progettista ha già immaginato l’auto come ambasciatrice dei Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com