Come risparmiare benzina guidando? I consigli

Come risparmiare benzina guidando? I consigli per fare più chilometri con meno litri di carburante.

Quando si è al volante della propria auto se non si è dei guidatori che amano la velocità si cerca sempre di guidare restando leggeri sul pedale del gas così da risparmiare benzina guidando. In questo articolo i consigli per farlo al meglio, coprendo la maggior distanza possibile con meno litri consumati.

LEGGI ANCHE: Come prevenire il mal d’auto nei bambini, i rimedi

Come risparmiare benzina guidando: i consigli

Usare la modalità “eco” è sicuramente un buon inizio, molte auto moderne sono dotate di questa “mappa” di guida che fa rilevare alla centralina la volontà da parte del guidatore di voler essere parsimonioso e così l’acceleratore sarà conservativo, l’aria condizionata non è a livelli massimi ed il cruise control aiuterà a mantenere la velocità di crociera ideale.

Pianificare il percorso e scegliere di rifornirsi ad una pompa bianca (senza logo) il risparmio sarà di qualche centesimo che permette di inserire nel serbatoio qualche litro in più di carburante.

Rallentare la propria velocità, sulla base della strada che si sta percorrendo, se ad esempio si viaggia in seconda corsia in autostrada a 110 km/h si consuma molto meno che stando in terzo o quarta a 120/130 all’ora.

Guidare mantenendo una velocità costante, il tempo del tragitto è il medesimo di chi accelera e decelera compiendo sorpassi, il vantaggio è che si riducono i rischi e si ha maggior controllo dell’ambiente circostante.

LEGGI ANCHE: Unipolmove, come funziona il servizio?

Altri accorgimenti utili

Evitare troppo peso, avere un’auto pesante magari piena di oggetti che non servono in quel momento fa causare una maggior resistenza all’avanzamento che può portare un innalzamento dei consumi anche del 10%.

Pianificare il percorso avendo già ben in mente dove si è diretti, se si tratta di piccoli tragitti cercare di fare la maggior parte delle commissioni in una volta sola. Prestare attenzione al motore freddo che comporta un consumo maggiore di benzina.

Evitare le ore centrali dove il traffico è maggiore, seguire le indicazioni dei navigatori satellitari per smartphone come Waze che trovano strade alternative oppure anticipare o ritardare la partenza, così da trovare minor traffico.

Effettuare una corretta manutenzione, con tagliandi ogni 15.000/20.000 km, questo è un valore tipo, molto dipende dall’utilizzo dell’auto e dalla sua tipologia. Quello che conta è non trascurare i tagliandi e mantenere l’auto al massimo della sua efficienza così da avere consumi adeguati.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com