Kia modifica il software dell’EV6 per migliorare la ricarica a freddo

La Kia EV6 riceve un importante aggiornamento del software. Con questa modifica viene corretto uno dei suoi punti deboli.

Kia ha modificato il software dell’EV6 per un motivo molto particolare. La Kia EV6 si è rapidamente affermata come punto di riferimento nel mercato delle auto elettriche. Il SUV elettrico coreano ha molti punti di forza, ma una debolezza è rimasta.

Kia modifica il software dell’EV6: ecco perché

Come abbiamo notato durante il nostro test a lungo termine del modello, la potenza di ricarica fatica a superare i 70-80 kW a basse temperature. Ma il produttore ha deciso di correggere questo problema aggiornando il software dell’EV6.

Di fronte ai 240 kW annunciati sulla scheda tecnica del modello, c’era motivo di essere delusi. La correzione del software di Kia consente ora all’auto di avvicinarsi ai 18 minuti teoricamente necessari per passare dal 10% all’80%.

Questa soluzione migliora il precondizionamento della batteria per la ricarica. Di conseguenza, la batteria si trova a una temperatura più ideale durante la ricarica del veicolo. Quando il conducente programma una stazione di ricarica rapida come destinazione, l’auto si comporta in modo diverso.

Ora preriscalda la batteria quando la temperatura è inferiore a 21 gradi. Il preriscaldamento avviene anche quando l’intervallo è inferiore al 21%. Di conseguenza, Kia promette una riduzione del 50% del tempo di ricarica in queste condizioni di freddo.

I proprietari di Kia EV6 dovranno recarsi in un’officina per installare l’aggiornamento.

Kia EV6 software aggiornamento

I risultati nei crash test Euro NCAP

La Kia EV6, tra l’altro votata come auto europea dell’anno, ha ottenuto un punteggio del 90% per la protezione dei passeggeri adulti.

Ciò è dovuto in parte all’eccellente risultato ottenuto nella protezione dagli impatti laterali. La protezione dei bambini è valutata all’86% e gli ausili per la sicurezza all’87%. È nell’area della protezione degli utenti vulnerabili della strada che l’auto coreana non riesce a raggiungere il 64%.

Il sistema di rilevamento dei pedoni e il modo in cui la carrozzeria protegge i pedoni non soddisfano pienamente i requisiti Euro NCAP.

Anche la Volvo C40 Recharge ha ricevuto cinque stelle, con il 92% per la protezione dei passeggeri adulti. Il SUV elettrico ottiene un buon punteggio per quanto riguarda la protezione laterale e ha un buon design per prevenire il colpo di frusta. La protezione dei bambini è migliore rispetto alla EV6, con il 70%, e gli ausili di sicurezza raggiungono un punteggio dell’89%. La protezione degli utenti vulnerabili della strada è stata ancora una volta il punteggio più basso, pari al 70%. Va notato che per entrambi i veicoli questi punteggi si applicano a tutti i livelli della gamma.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com