Mercedes AMG One: le foto dell’esclusiva hypercar di F1

Mercedes "HPP" ha presentato la sua prima hypercar, la AMG One. Il suo motore da 1.063 CV è direttamente derivato dalla F1.

La nuova Mercedes AMG One è decisamente importante per Mercedes e la sua divisione corse a Brixworth, nel Regno Unito. Il reparto HPP (High Performance Powertrains), che solitamente si occupa delle vetture di F1 del marchio, ha applicato la sua ricetta a una vettura che avrà effettivamente diritto a una targa.

Un’omologazione che è quasi un miracolo, se si considera che il cofano posteriore ospita un minuscolo V6 1.6 turbo proveniente dalla Formula 1. Questo motore sviluppa da solo 574 CV a 9000 giri/min, con un’interruzione a 11000 giri/min.

Come è possibile ottenere così tanti cavalli da un motore così piccolo (359 CV/litro)? Con un turbo che soffia fino a 3,5 bar! In breve, non è il tipo di motore che i centri di omologazione sono abituati a vedere.

Tuttavia, Mercedes ci è riuscita. Tra l’altro, grazie all’integrazione di due filtri antiparticolato e sei convertitori catalitici (quattro metallici, due ceramici). Inoltre, il responsabile del progetto ha confermato che la AMG One si avvia sistematicamente in modalità elettrica mentre i catalizzatori metallici si riscaldano.

Una Mercedes AMG One con quattro motori elettrici

574 CV sono buoni, ma non sono molti per una hypercar. Per raggiungere nuove vette, la AMG One dispone anche di quattro motori elettrici.

Il primo (chiamato MGU-K) è collegato all’albero motore da un sistema di ingranaggi. Da solo, sviluppa 120 kW (163 CV). Il secondo, che sviluppa 122 CV, viene utilizzato per azionare il turbo a bassi regimi per eliminare il tempo di risposta durante l’accelerazione e per recuperare energia quando il turbo funziona a pieno regime. Restano due motori elettrici, uno per ogni ruota anteriore, per un totale di 326 CV.

In totale, la AMG One sviluppa ben 1.063 CV! E non dimentichiamo che si tratta di un ibrido ricaricabile, con una batteria da 800V di soli 8,4 kWh raffreddata da un sistema speciale, che consente comunque di percorrere circa 18 km in modalità elettrica. Soprattutto, questo permette alla One di ottenere risultati sorprendenti nei test di omologazione: 198 g/km di CO2 e 8,7 l/100 km di consumo combinato nel ciclo WLTP. Aneddotica per questo tipo di veicolo, ma non meno sorprendente con un motore a combustione di questo tipo.

Infine, oltre a un turbo assistito elettricamente con recupero di energia (la famosa MGU-H), il V6 monoturbo è dotato di un sistema di fasatura pneumatica delle valvole. Va detto che a oltre 10.000 giri/min le molle di ritorno mostrano i loro limiti fisici…

Mercedes AMG One caratteristiche

Quattro ruote motrici e sospensioni pushrod

L’AMG One è un’auto a trazione integrale. I motori anteriori azionano ciascuno una ruota e sono dotati di una funzione di Torque Vectoring molto avanzata. Il V6 è collegato alle ruote posteriori tramite uno speciale cambio robotizzato a sette rapporti (che incorpora quattro dischi di frizione in fibra di carbonio) che deve gestire un motore a sei cilindri in grado di spingere la One a 100 km/h in meno di 3 secondi e, senza esaurire il fiato, fino a 350 km/h. Si tratta di una velocità ben lontana da quella massima di una Bugatti o di qualsiasi altra macchina che giochi con la barriera dei 400 km/h, ma la filosofia della One è altrove: radicalità.

Sono disponibili diverse modalità di guida che consentono di regolare la rigidità delle molle delle sospensioni (tiranti posteriori) e l’altezza di marcia, che può essere abbassata di 3,7 cm. Per rallentare questa strana bestia, Mercedes ha installato generosi dischi carboceramici da 398 mm all’anteriore e 380 mm al posteriore.

Leggi anche:

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media