Una nuova fabbrica per la futura VW Trinity

Un'auto che incarnerà il futuro di Volkswagen.

Trinity è il colpo da maestro che Volkswagen spera di realizzare. Il marchio è così preso da questo progetto che lo ha annunciato quasi sei anni prima della sua presentazione al pubblico. Trinity è una grande berlina top di gamma, annunciata come rivoluzionaria per quanto riguarda la ricarica delle batterie.

Potrebbe infatti passare all’elettrolita solido: Volkswagen ha “biglie” alla Quantumscape, la società americana specializzata in batterie al litio.

Un’auto che incarnerà il futuro di Volkswagen, poiché promette già il livello 4 di guida autonoma, permettendo alla macchina di fare il suo lavoro in modo permanente. A proposito, ultimamente Tesla è stata inchiodata dalle agenzie governative a causa di alcuni problemi con la guida autonoma.

Una nuova fabbrica per la Trinity

Questa Trinity è un progetto molto audace per Volkswagen. Sotto l’impulso di Ferdinand Piech con ambizioni illimitate, il marchio tedesco ha deciso di produrre una cugina dell’Audi A8. Al di fuori della Cina, l’auto è stata un relativo fallimento commerciale, con i clienti che hanno preferito la A8. Altri, addirittura, si sono rivolti a una Bentley Flying Spur (che ha condiviso la sua base con la Phaeton).

Il colpo di stato della grande berlina top di gamma non lascia ricordi duraturi alla Volkswagen, ma con le nuove tecnologie e la mobilità elettrica, il marchio ci crede.

Tanto che Ralf Brandstatter, CEO di VW, ha confermato che il desiderio interno è quello di costruire una fabbrica nuova di zecca sul sito di Wolfsburg per produrre quest’auto, a un ritmo di 250.000 unità all’anno quando il tasso di produzione completo sarà raggiunto. Naturalmente, non sappiamo se questa fabbrica produrrà solo la Trinity, o se altri modelli saranno in linea.

Volkswagen Trinity

Non prima del 2026

Costruire una nuova fabbrica piuttosto che partire da un’infrastruttura esistente è una scelta semplice per Volkswagen, la quale spiega che è più costoso aggiornare le fabbriche che partire da un terreno nudo. Il marchio parla già di un tasso di 10 ore di lavoro per assemblare un veicolo. Bene: questo è anche l’obiettivo che Tesla si è posta alla fine dello scorso anno per il suo futuro sito di produzione a Gruenheide, vicino a Berlino. Attualmente, Volkswagen impiega più di 20 ore per assemblare una Golf o una Tiguan a Wolfsburg. Tuttavia con il motore elettrico (e il numero molto ridotto di pezzi di ricambio), Volkswagen potrebbe effettivamente risparmiare molto tempo.

Volkswagen ha ancora tempo, tuttavia, e deve ottenere l’approvazione del consiglio di sorveglianza prima di iniziare i lavori. Il lancio del progetto elettrico Trinity non è previsto prima del 2026: un lasso di tempo generoso, che ci porta a credere che questa potrebbe essere la prima Volkswagen dotata di queste cosiddette batterie “allo stato solido”, che sono più efficienti e stabili rispetto alle attuali batterie al litio utilizzate nei veicoli elettrici.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Carenza di componenti elettronici: fino al 2023

Nissan GT-R: sarà probabilmente un ibrido

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media