Volkswagen Golf R 20 Years, la “R” più veloce al Nürburgring

La 20 Years è la Volkswagen R più veloce del Nürburgring. Tuttavia, non è all'altezza delle migliori auto compatte recenti di potenza equivalente.

La Volkswagen Golf R “20 Years”, una serie limitata della compatta sportiva che celebra due decenni di varianti R (una linea iniziata con la Golf 4 R32), ha appena stabilito un record diventando la Volkswagen R più veloce della storia al Nürburgring.

Oltre al fatto che si tratta della R più recente e di maggior successo, questa edizione dispone di 13 CV in più rispetto alla Golf R standard, con una potenza di 333 CV.

Inoltre, il pacchetto R-Performance è montato di serie e comprende una gestione della coppia rivista, un aumento della velocità massima da 250 a 270 km/h, una modalità Drift e una modalità “Special” specificamente calibrata per il Nürburgring.

Più potente della T-Roc R da 300 CV e delle Arteon R e Tiguan R da 320 CV, è anche molto più leggera della Touareg R ibrida plug-in da 462 CV. Volkswagen non ha comunicato i tempi di tutti questi modelli sul Ring, ma non sorprende che il suo ultimo modello li superi.

In particolare, ha impiegato 4 secondi in meno rispetto all’attuale Golf R standard per percorrere i 20,6 km del famoso Nordschleife (anello settentrionale), completando l’esercizio in 7’47”31, e quindi circa 23 secondi in meno rispetto alla Golf R di precedente generazione.

Volkswagen Golf R 20 Years: una curiosa scelta di percorso

Sorprendentemente, il giro della Golf R “vecchia di 20 anni” è stato cronometrato sulla sezione della Nordschleife che non è più stata utilizzata per i tentativi di record nel 2019, quando l’amministrazione del circuito ha deciso di controllarli meglio. Questo percorso esclude circa 200 m della distanza totale del circuito di 20,832 km. Nel dettaglio, il cronometro viene fatto partire alla fine del breve rettilineo che passa davanti alla tribuna T13 e si ferma all’inizio della tribuna, su una linea che oggi viene solitamente utilizzata come punto di partenza e di arrivo.

Questa scelta di Volkswagen impedisce quindi di confrontare le prestazioni della Golf R “20 anni” con i tempi dei costruttori più recenti.

Tuttavia, il suo pilota Benjamin Leuchter ha fatto meglio dei giornalisti tedeschi della rivista Sport Auto su questo stesso tracciato nel 2020 al volante di una Mercedes-AMG A 45 S, che ha girato in 7’48”80. La differenza è notevole perché la compatta di Stoccarda, che ha un motore turbo a quattro cilindri e la trazione integrale come la Wolfsburg, è molto più potente con 421 CV dichiarati.

Volkswagen Golf R 20 Years esterni

Le auto con la migliore trazione sono ancora più veloci

Il tracciato di 20,6 km, tuttavia, consente alla Golf R “vecchia di 20 anni” di misurarsi con i numerosi modelli che l’hanno affrontata nelle mani di piloti professionisti per conto dei marchi. E nella classe dei compatti, si scopre che i migliori trattori presenti sul mercato da più tempo sono ancora in vantaggio rispetto ai tedeschi. La Golf 7 GTI Clubsport S con 310 CV è appena più avanti della sua erede, dato che sei anni fa aveva percorso i 20,6 km in 7’47”19. Tuttavia, questa quasi equivalenza in termini di tempo è a favore della R, poiché la Clubsport S non aveva il sedile posteriore e una serie di caratteristiche di comfort, a differenza del nuovo modello.

Un’altra vettura spoglia e orientata alla pista, la Renault Mégane RS Trophy-R da 300 CV, rimane invece la chiara leader della sua classe con il suo 7’40.10 (7’45.389 sul giro completo). Il confronto con la Honda Civic Type R del 2017 è più doloroso per la Golf. Come quest’ultima, la Nippon rimane versatile con i suoi sedili posteriori e l’equipaggiamento classico, ma ha girato in 7,43”80 con una potenza di 320 CV. E la nuova Type R appena presentata ha già fatto meglio del suo predecessore a Suzuka, in attesa di un possibile tempo al Nürburgring.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media