Auto a guida autonoma: caratteristiche e funzioni

Auto a guida autonoma, il ministro dei trasporti inglese ha lanciato le prime importanti direttive in merito alle vetture del futuro.

Le auto a guida autonoma, solo a parlarne qualche decennio fa si faceva subito riferimento a contesti fantascientifici o da cinema. Con il passare degli anni e anche grazie al miglioramento della tecnologia quello che prima poteva sembrare un miraggio ora quasi realtà.

In questo articolo vi spieghiamo come potrebbero essere le auto del futuro.

Auto a guida autonoma: caratteristiche e funzioni

Prima di passare alle caratteristiche veri e proprie dei veicoli a guida autonoma è bene fornirne una definizione. Questa viene offerta direttamente dal Dipartimento dei Trasporti del Regno Unito:

“Sono quelli che sono in grado di guidare da soli in sicurezza quando la funzione di guida autonoma è correttamente attivata e il conducente segue le indicazioni del produttore”.

Differiscono dai veicoli a guida assistita che invece richiedono l’attenzione del conducente in maniera tale da riprendere il controllo del veicolo in caso di situazioni di pericolo.

Il Dipartimento ha poi spiegato che “Mentre il veicolo sta guidando da solo non è necessario monitorarlo e gli automobilisti non sono responsabili di come guida. Potete distogliere la vostra attenzione dalla strada e anche visualizzare i contenuti attraverso l’apparato di infotainment integrato nel veicolo, se disponibile”.

Stando a quanto dichiarato dal Dipartimento sarà quindi possibile guardare i propri programmi preferiti mentre si sta viaggiando in auto.

La dichiarazione è poi stata aggiornata puntualizzando il fatto che ciò nonostante gli automobilisti devono essere pronti a riprendere il controllo del veicolo in caso di necessità, come peraltro già accade con le vetture a guida assistita.

Non bisogna poi dimenticare il fatto che gli automobilisti devono seguire le leggi del Codice della strada pur essendo a bordo di un’auto a guida autonoma e di conseguenza non mostrare comportamenti illegali come ad esempio usare dispositivi portatili come cellulari o tablet.

Auto a guida autonoma: novità che darà il via ad un cambiamento epocale

Il governo inglese ha poi stabilito che “vi sarà un avvertimento sufficiente” da parte dell’auto al conducente quando sarà il caso di prenderne il controllo.

Se vi saranno incidenti però le responsabilità non saranno imputate agli automobilisti ma al contrario lo saranno le compagnie di assicurazione.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media