Chi era Fausto Gresini: non solo un grande pilota

Scopriamo chi era Fausto Gresini, non solo un pilota motociclistico di successo, ma anche un imprenditore che sapeva riconoscere il talento.

Nato ad Imola il 23 gennaio 1961, Fausto Gresini è stato un pilota motociclistico e dirigente sportivo italiano. Ha vinto il campionato mondiale nella classe 125 due volte, nel 1985 e nel 1987, ritirandosi poi dalle corse nel 1994, anno in cui fonda la Gresini Racing.

Scopriamo di più su chi era e quali sono stati i punti salienti della carriera di Fausto Gresini.

Fausto Gresini: chi era il campione

Fausto Gresini, grande pilota e imprenditore italiano, si è sempre distinto per la sua risolutezza, nella vita e in pista; ci ha lasciati troppo presto, il 23 febbraio 2021 a soli 60 anni, dopo una lunga battaglia contro il Covid: ma chi era questo grande pilota, quali premi si è aggiudicato e quali sono state le sue altre qualità?

Esordio e vittorie

Talento e passione lo portano ad esordire nel motomondiale del GP delle Nazioni del 1982, non concluso a causa di un ritiro. Dal 1983 corre con la MBA, ma l’anno successivo viene ceduto alla Garelli, con la quale Fausto Gresini vince il suo primo Gran Premio, in Svezia, raggiungendo 51 punti totali.

La precisione e la determinazione di Gresini trova il suo apice nel 1985, quando arriva la vittoria del mondiale, grazie alle gare vinte in Austria, Belgio e San Marino, cinque pole position e 109 punti totali.

Advertisements

L’anno successivo venne spodestato da un altro grande, Cadalora, ma Gresini non attende oltre e nel 1987 vince ancora: 10 gare su 11 lo vedono al primo posto, e i 150 punti totali conquistati lo rendono nuovamente campione del mondo.

Le ultime corse

Due infortuni lo tengono lontano dalle piste, nel 1988 e nel 1990. Nel frattempo, nell’88 aveva ormai rotto con la Garelli e nell’89 passa all’Aprilia, dove però non brilla durante le gare.

Nel 1990 passa invece all’Honda, con la quale si ricorda la sua presenza sui podi, secondo solo a Capirossi. Le ultime corse di Gresini sono meno potenti, e non raggiunge i podi che in passato lo vedevano protagonista. Nel 1995 annuncia così il suo ritiro dalle gare, passando il testimone a Loris Capirossi, per dedicarsi alla dirigenza della Gresini Racing.

Dirigente per la Gresini Racing

Chi era Fausto Gresini? Non solo un grande pilota, ma anche un eccellente imprenditore, dalle innate doti di manager.

Nel 1997 fonda la Gresini Racing, che troviamo ancora oggi nelle gare del motomondiale. Con il suo team motociclistico si è tolto diverse soddisfazioni: vince nel motomondiale del 2001 col giapponese Kato, con Elias nel 2010 in Moto2 e con Martìn in Moto3 nel 2018. Partecipa inoltre dal 2002 al 2020, prima con Honda e dal 2015 con Aprilia, nella classe regina della MotoGP, dove Gresini, con il suo occhio per i grandi talenti, fa brillare anche la stella del rimpianto Marco Simoncelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mazda CX-5 2021: il nuovo SUV giapponese ultratecnologico

Tutte le auto di Marc Marquez: i modelli e le caratteristiche

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media