I dieci migliori SUV ibridi del 2021

Ecco quali sono i nostri preferiti.

I SUV ibridi sono improvvisamente un grande affare per tutti i tipi di case automobilistiche europee. Combinando la lucentezza alla moda di un SUV aggiunto con un propulsore elettrificato a basse emissioni, sono auto familiari pratiche e desiderabili. Alcune sono diventate sempre più accessibili e, grazie ai loro propulsori plug-in, sono anche abbastanza efficienti in termini di emissioni WLTP.

Alcune di esse offrono anche un po’ di appeal ad alte prestazioni, soddisfacendo praticamente tutte le esigenze. Ecco la nostra classifica.

BMW X5 xDrive45e

La nuova BMW X5 ibrida plug-in ha guadagnato due cilindri in più, ma in qualche modo è diventata più economica ed efficiente dal punto di vista fiscale. Questa impresa è stata raggiunta principalmente grazie a un significativo aumento della capacità della batteria: l’auto ora ha 24kWh, da appena 9.2kWh nella precedente generazione X5 xDrive40.

Fortunatamente, quello che otterrete è anche una guida piacevole per gli standard della maggior parte dei SUV ibridi. Il sei cilindri turbo benzina della BMW si combina molto bene con il motore elettrico. La qualità della cabina è abbastanza buona da ombreggiare la Volvo e praticamente qualsiasi altra auto su questa lista.

La X5 xDrive45e è una compagna meravigliosa.

Toyota RAV4 PHEV/Suzuki Across PHEV

Mentre questi due SUV giapponesi potrebbero indossare distintivi diversi sui loro nasi, sono effettivamente la stessa cosa.

Sia il RAV4 PHEV che il Suzuki Across PHEV sono basati sul powertrain ibrido plug-in 2.5 litri di Toyota, condividono la stessa piattaforma TNGA, gli stessi interni spaziosi, ed entrambi promettono un’impressionante gamma solo elettrica.

È raro che si trovi un ibrido plug-in in grado di eguagliare il claim del suo produttore, ma queste auto fanno proprio questo.

L’auto è sia impressionantemente potente in termini di punch in linea retta, sia sorprendentemente frugale.

Anche con la batteria di trazione scaricata, può ancora facilmente restituire una cifra economica che raggiunge la metà dei 40 anni. Il fatto che si gestisca in modo davvero sicuro e che si guidi con calma è un ulteriore punto a suo favore.

Si tratta quindi di uno dei SUV ibridi maggiormente consigliati e a cui dare una chance.

Land Rover Discovery Sport P300e

Lo specialista britannico di 4×4 non è stato uno dei primi a entrare nella nicchia dei SUV plug-in, ma ha recentemente lanciato un paio di SUV compatti PHEV. La Discovery Sport P300e è forse un po’ meno attraente visivamente della sua parente Evoque PHEV. Compensa con un sacco di spazio interno e capacità 4×4. Tuttavia, a differenza di altre versioni dell’auto, la P300e non è disponibile con sette posti.

L’auto combina un nuovissimo motore a benzina Ingenium a tre cilindri e un cambio automatico a otto rapporti nella parte anteriore, con un potente motore elettrico sull’asse posteriore e una batteria da 15 kWh.

L’auto ha un’aura convincente di lusso, si guida davvero molto comodamente, e rimane raffinata in ogni momento. Il suo fascino, però, è intaccato dal suo risparmio di carburante ‘range-extended’, che è di circa 33mpg.

Ford Kuga ibrido plug-in

Ora nella sua terza generazione, la popolare Ford Kuga ha finalmente scoperto l’elettrificazione. La versione ibrida plug-in range-topping salta direttamente ai piani alti della classifica di questo SUV ibrido per diverse ragioni.

La Kuga è sportiva nella sua guida e maneggevolezza, mantenendo un buon controllo del corpo in ogni momento, con un giro abbastanza teso ma confortevole. Il motore a benzina a ciclo Atkinson da 2,5 litri dell’auto, combinato con il suo motore elettrico, non le dà però prestazioni imponenti. Nonostante ciò, 0-62 miglia in meno di 10 secondi sono competitivi per una macchina come questa, e la guidabilità è buona. Anche la raffinatezza è sorprendentemente ottima.

La praticità è competitiva per un SUV compatto, e i prezzi per gli acquirenti al dettaglio sono realistici.

Mercedes-Benz GLE 350de 4Matic

Il GLE 350de ha un prezzo proibitivo di £65.000, ma è degno dell’attenzione grazie alla sua grande batteria di trazione e la gamma WLTP elettrica di 61 miglia.

L’auto ci ha impressionato in modalità elettrica e ibrida, con una buona reattività e guidabilità del powertrain e un’eccellente raffinatezza. Ha un motore diesel 2.0 litri, quattro cilindri “range-extending”,e il comfort di guida e l’isolamento sono molto buoni.

Insomma, è tra i SUV ibridi da considerare ma il suo prezzo è abbastanza alto.

Kia Sorento PHEV

Il Sorento PHEV è uno dei pochi ibridi plug-in a sette posti sul mercato e, essendo una Kia, non ha un prezzo esorbitante. Per un autista di auto aziendali con una famiglia al seguito, questo potrebbe essere un ottimo affare.

Fa uso di un motore a benzina 1.6-turbo e un motore elettrico robusto, così come una batteria 13.8kWh. Kia sostiene di poter viaggiare fino a 35 miglia. Le prestazioni sono buone in entrambe le modalità di funzionamento elettrico e ibrido.

La dotazione di serie è davvero forte anche nei modelli di fascia bassa, e l’abitacolo è davvero vasto. La qualità del materiale potrebbe non essere allo stesso livello di alcuni rivali europei, ma per quanto riguarda l’utilità , il Sorento è duro da battere. Non molti SUV a sette posti possono ospitare comodamente passeggeri adulti nelle loro terze file, dopotutto.

SUV ibridi kia sorento

Volvo XC90 Ricarica T8

Le cabine a sette posti veramente utilizzabili e lontane tra loro, e quelle con powertrain ibrido plug-in lo sono ancora di più. Il più grande SUV della Volvo riesce a fare entrambe le cose, con una fantastica miscela di spaziosità, stile, atmosfera della cabina ed efficienza del motore, al di là di quello che ci si aspetterebbe da un veicolo di queste dimensioni.

Può percorrere poco più di 30 miglia con la sola energia elettrica. Si tratta di uno dei SUV ibridi da tenere sicuramente in considerazione.

Audi Q5 55 TFSIe

Questo Audi è più raffinato in movimento rispetto alla Volvo XC60 T8 plug-in hybrid. È anche doverosamente confortevole su tutte le superfici e a tutte le velocità, anche su ruote da 19 pollici e sospensioni in acciaio standard (la sospensione pneumatica opzionale è disponibile su livelli di allestimento superiori).

La raffinatezza è di prim’ordine, anche quando il motore entra in funzione, e offre una nota decentemente sportiva.

BMW X3 xDrive30e

BMW ha generalmente fatto molto bene ad applicarsi alla sfida della propulsione ibrida plug-in, e la presenza della X5 PHEV in cima a questa classifica ne è la prova. La versione equivalente della X3 non è proprio una pubblicità così fantastica per BMW, però.

Utilizza lo stesso motore a benzina da 2.0 litri e la stessa batteria da 12 kWh della 330e berlina, ma poiché è più grande e pesante di quell’auto, non li applica altrettanto bene. Le prestazioni effettive sono buone, anche se non eccezionali. La gamma elettrica è un po’ deludente, a circa 20 miglia, e le prestazioni solo elettriche sono un po’ miti.

Parte del problema qui è la vostra aspettativa. Il profilo da crossover basso della X3 e la sua reputazione di BMW per la ricompensa del guidatore vi portano ad aspettarvi qualità dinamiche che questa X3 non può davvero offrire. Nonostante ciò, potrebbe essere tra i SUV ibridi da prendere in considerazione, seppur non dandogli la priorità.

Volvo XC40 Ricarica T5 PHEV

Questa vettura combina un motore a benzina turbo a tre cilindri da 178 CV, montato davanti con un asse posteriore elettrico che ha fino a 80 CV. I vostri calcoli non devono essere eccessivi per capire che non sarà, quindi, l’auto più veloce o più eccitante del suo genere. Neanche la prestazione è poi così impattante, benché il motore del tre-pot non sia sgradevole da ascoltare in funzione.

Se volete la comodità dal vostro SUV, evitate la sospensione sportiva dell’assetto R-Design. Se invece avete bisogno di spazio genuino per la famiglia, comprate qualcosa di più grande.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le migliori auto elettriche di piccole dimensioni

I dieci migliori SUV sportivi del 2021

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media