Fine dell’energia termica nel 2035: raggiunto un accordo europeo

La vendita di nuove auto a combustione interna sarà vietata in Europa a partire dal 2035.

Un nuovo accordo europeo è stato raggiunto per quanto riguarda la fine dell’energia termica. Questa volta è fatta. Gli eurodeputati e gli Stati membri dell’UE hanno appena concordato una legislazione comunitaria che prevede la fine della vendita di nuove auto con motori a combustione interna entro il 2035.

Fine dell’energia termica nel 2035: raggiunto un accordo europeo

Su Twitter, l’eurodeputato Pascal Canfin, presidente della commissione ambiente del Parlamento europeo, ha scritto: “Abbiamo appena concluso i negoziati sugli standard di CO2 per le auto. Storica decisione dell’UE sul clima che conferma definitivamente l’obiettivo di veicoli al 100% a zero emissioni entro il 2035, con tappe intermedie nel 2025 e nel 2030″.

Anche un portavoce della presidenza ceca del Consiglio dell’UE ha dichiarato che è stato raggiunto un accordo.

L’Europa dovrebbe formalizzare la misura nei prossimi giorni, per lasciare un segno prima dell’apertura della COP 27 in Egitto il 6 novembre.

fine energia termica auto

Si tratta quindi di un grande successo per il mercato europeo.

Tra una dozzina d’anni, un tempo breve per l’industria automobilistica, tutte le nuove auto con motore a combustione saranno bandite dai concessionari. L’Europa diventerà un mercato a emissioni zero, il che significa elettrico o a idrogeno.

Tuttavia, la maggior parte dei marchi ha preso l’iniziativa, decidendo di diventare 100% elettrici in Europa ben prima del 2035. Per Peugeot e Renault, ad esempio, ciò avverrà nel 2030.

Ad ogni modo, mentre le ibride semplici sembrano condannate, l’ibrido plug-in non è ancora sepolto nel testo di compromesso tra le varie parti.

Grazie a una clausola di revisione, il suo posto sarà riesaminato nel 2026 in base alla progressione delle vendite di auto elettriche e all’evoluzione delle tecnologie. Lo stesso vale per i carburanti “se sono neutri dal punto di vista del carbonio”.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com