Renault Austral, caratteristiche: elegante fuori ma meno moderna dentro

Disponibile per il pre-ordine, la Renault Austral ha presentato la sua gamma pochi giorni fa.

Cinquecento euro è l’unica cifra che si può spendere per i pre-ordini di una Renault Austral al momento, dalle caratteristiche tanto belle quanto poco convincenti. Sul sito commerciale di Losange, il processo di pre-ordine si presenta quindi come un acquisto standard, con la scelta della finitura e delle opzioni, ma per il momento non viene visualizzato alcun prezzo, mentre alla fine viene richiesto un deposito per avere la priorità e per finalizzare o modificare il voucher a tempo debito.

Senza prezzi associati alle finiture o alle opzioni, è difficile configurare la “propria” Austral senza rimanere delusi quando vengono pubblicati i prezzi. Con tutte le informazioni a nostra disposizione, siamo comunque in grado di guidarvi verso le varianti giuste da preordinare… e quelle che sulla carta sono meno appetibili!

Renault Austral caratteristiche: illusione all’esterno, ma interni meno tecnologici

Questo vale in particolare per la versione entry-level, denominata “equilibre” e che sarà quindi la più accessibile, probabilmente intorno ai 35.000 euro.

Presentato per diverse settimane nella sua veste migliore, ovvero una finitura Esprit Alpine piuttosto lucida, l’Austral non è più lo stesso una volta spogliato di alcuni dei suoi abiti. Non tanto all’esterno, dove i “soli” cerchi da 17 pollici sono ancora ben progettati e riempiono i passaruota come dovrebbero. Allo stesso modo, i fari a LED e la griglia di serie già in forma di picot fanno già una buona impressione.

D’altra parte, dovrete accontentarvi di colori esterni piuttosto sobri: blu, grigio, nero o bianco.

Renault Austral caratteristiche interni

Ma è nella cabina che la differenza con le altre finiture è maggiore. Sebbene l’Austral mantenga lo schermo del tachimetro da 12 pollici, la multimedialità non è più il grande schermo verticale da 12 pollici, ma un elemento orizzontale da 9 pollici.

Più che una semplice questione di dimensioni, è anche una questione di esperienza digitale, dato che il piccolo schermo non prevede l’integrazione dei servizi Google. Non indispensabile, Google Automotive rende comunque estremamente facile la navigazione nel sistema e, a nostro avviso, è uno dei principali punti di forza di questo veicolo rispetto alla concorrenza. Questo sistema operativo è di serie a partire dal secondo livello di allestimento “techno”.

Un unico motore per l’allestimento base

Infine, questa versione base non offre una scelta di motori. È necessario optare per il nuovo motore micro-ibrido da 130 CV. Ma potrebbe essere una scelta azzeccata perché questo nuovo motore, composto da un nuovo 3 cilindri 1.2 turbo, è abbastanza potente da alimentare quotidianamente la carrozzeria dell’Austral e piuttosto sobrio viste le sue emissioni di CO2 già validate per l’omologazione: da 118 a 128 g/km.

Leggi anche:

Scritto da Sabrina Rossi
1 Comment
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Felice
19/07/2022 0:23

Secondo me è molto tecnologica anche dentro e poi non penso sia australiano essendo una Renault.

Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media