Sorpresa: ecco il Purosangue, il primo SUV Ferrari

Questa volta, gli appassionati che vogliono viaggiare con la loro famiglia potranno preparare la carta di credito.

Proprio così: la Purosangue è il nuovo e primo SUV del marchio. Era una conclusione scontata che la Ferrari avrebbe presentato il suo primo SUV nel 2022, con un lancio commerciale a seguire. Il marchio italiano ha fatto un sacco di lavoro per coprire i suoi prototipi, in modo da non lasciare alcun indizio agli appassionati di software di design.

Quest’ultimi, infatti, regolarmente ci forniscono rendering a volte folli delle prossime novità.

Questa volta, gli artisti virtuali sono stati battuti da un enorme leak dalla fabbrica Ferrari di Maranello. Ecco tutto ciò che sappiamo sulla nuova Purosangue.

Purosangue: primi dettagli

Dire che il design è audace è un eufemismo. La prima cosa che colpisce sono i passaruota neri su un colore grigio piuttosto discreto. L’obiettivo è probabilmente quello di ricordarci che abbiamo a che fare con un modello elevato e un po’ diverso, in un catalogo con un cavallino rampante che privilegia auto per single e coppie senza figli.

Questa volta, gli appassionati del marchio italiano che vogliono viaggiare con la loro piccola famiglia potranno scaldare la carta di credito.

ferrari purosangue

La Purosangue, il primo SUV nella storia del Cavallino Rampante, offre cinque porte e un’altezza dei sedili che non richiederà di fare squat per salire a bordo.

Mentre dovremo aspettare le foto ufficiali e la presentazione faccia a faccia, il frontale ci dice una cosa: la Ferrari ha tratto molta ispirazione dal suo lavoro sulla Roma per progettare la Purosangue, in particolare in termini di fari trafitti da una lunga banda orizzontale. Questo è logico, dal momento che il coupé è il più “Gran Turismo” dei modelli attuali della Ferrari.

Una splendida novità

A prima vista, il SUV Ferrari sembra meno “alto” dei suoi concorrenti, quasi come una berlina o un carro da caccia appena rialzato piuttosto che un vero franchiser.

Dovrebbe quindi offrire un’esperienza di guida leggermente diversa dai suoi rivali, che sono già ben stabiliti: Lamborghini Urus, Aston Martin DBX e, più lontano, Porsche Panamera Sport Turismo Turbo S.

Finora, tutti i marchi di prestigio che hanno provato l’avventura SUV non si sono pentiti: al rivale Lamborghini, ha anche raddoppiato le vendite in breve tempo. Ad ogni modo, gli affezionati del marchio possono comunque consolarsi con il fatto che il catalogo delle auto sportive è ancora pieno.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Incentivi auto, cosa cambia per il 2022

La Porsche 718 elettrica è stata confermata

Leggi anche
Contents.media