Stazione di ricarica mobile per auto elettriche: prezzi e vantaggi

Si tratta di un accessorio particolarmente utile per le persone in movimento, che non possono necessariamente ricaricare l'auto elettrica a casa.

Una stazione di ricarica mobile è molto utile per ricaricare le nostre auto elettriche, ma è necessario conoscerne i prezzi, i vantaggi e i punti deboli. L’elettricità è distribuita quasi ovunque sulla terra, tuttavia è possibile utilizzarla solo con la spina standard adatta.

Ne esistono decine in tutto il mondo e la loro forma varia a seconda dell’area geografica, del tipo di applicazione (domestica o industriale), delle norme di sicurezza locali o del tipo di corrente erogata (corrente alternata o continua, monofase o trifase). Senza la spina giusta, non potrete ricaricare l’auto nemmeno ai piedi di una centrale elettrica!

Inoltre, è bene accertarsi di sapere come ricaricare l’auto elettrica, in modo da avere una batteria ben funzionante a lungo andare.

La stazione di ricarica mobile: i vantaggi

Il punto di ricarica mobile consente di non dover portare con sé ogni giorno una serie di adattatori. Fortunatamente, le spine dedicate alle auto elettriche si concentrano oggi su tre standard principali: Combo CCS per la ricarica in corrente continua, Tipo 2 e E/F (spina domestica) per la ricarica in corrente alternata. In Europa, la maggior parte delle stazioni di ricarica private e pubbliche e delle autovetture sono progettate per funzionare con questi standard.

Non è necessario portare con sé una serie di adattatori per la ricarica quotidiana. Sono sufficienti il cavo (o i cavi) solitamente forniti, se non già collegati alla stazione, e la porta di ricarica integrata nel veicolo.

Tuttavia, gli avventurieri che desiderano ricaricare presso un’ampia varietà di prese, anche le più rare, possono soddisfare la loro esigenza acquistando una “stazione di ricarica mobile”. Lo strumento si presenta sotto forma di cavo con una piccola scatola elettronica.

Quest’ultimo garantisce prestazioni di ricarica ottimali indipendentemente dalla sorgente e dal veicolo collegato. Un’estremità del cavo è dotata di un connettore non rimovibile adatto al veicolo (di solito di tipo 2) e l’altra estremità è dotata di un adattatore al quale è possibile collegare diversi tipi di spina.

Stazione di ricarica mobile auto elettriche prezzi

Stazione di ricarica mobile VS stazione di ricarica fissa: stesso costo

Ad esempio, un appassionato di campeggio opterà per la spina monofase CEE17, alla quale sono solitamente collegate roulotte e camper. Un automobilista che visita siti industriali sceglierà la spina trifase CEE17, mentre chi viaggia spesso ordinerà spine straniere (utili ad esempio in Svizzera e nel Regno Unito).

Potete anche scegliere di ricaricare quotidianamente a casa vostra con un punto di ricarica mobile. È sufficiente installare una presa adatta nel garage e collegare il cavo. Questa soluzione può essere economica: una presa femmina CEE17 monofase da 32A costa meno di 30 euro. Se la vostra casa è dotata di corrente trifase, potete addirittura aumentare la potenza a 22 kW, il massimo accettato da una stazione di ricarica mobile. In alternativa, potreste montare una wallbox.

Il costo del cavo è compreso tra 600 e 1.000 euro, a seconda della lunghezza scelta, e tra 70 e 150 euro per ogni adattatore. Sono disponibili anche pacchetti che includono il cavo e una serie di adattatori a circa 1.000 euro in tutto. Il costo totale di un punto di ricarica mobile è quindi uguale a quello di un buon punto di ricarica fisso.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La prima Dacia ibrida sarà presentata al Salone di Parigi?

Quali sono i vantaggi del noleggio a lungo termine?

Leggi anche
Contents.media